22 novembre 2018

ROBERTO COMINATI

pianoforte

ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA
LUCIANO ACOCELLA

direttore

Concerto per la festività di Santa Cecilia

Xenakis
Aroura

Beethoven
Concerto n. 4 in sol magg. op. 58

* * *

Beethoven
Sinfonia n.3 in mi bem. magg. op. 55 “Eroica”

Il concerto di inaugurazione, da sempre il 22 novembre nella ricorrenza di Santa Cecilia, è dedicato a tre capolavori del repertorio concertistico. Il celebre pianista Roberto Cominati interpreta il Concerto n. 4 di Beethoven. Del grande compositore tedesco verrà eseguita anche la Sinfonia n. 3 “Eroica”, che appartiene all’immaginario collettivo dell’universo orchestrale, con la quale Beethoven si libera per la prima volta degli schemi classici e proietta la musica verso le nuove prospettive romantiche. Il concerto si apre con Aroura per orchestra d’archi, del compositore greco-francese Iannis Xenakis, scritto nel 1971, il cui titolo può essere tradotto con “Terra”. Assieme a Romanovsky, protagonisti della serata sono l’Orchestra Giovanile Italiana e il direttore d’orchestra Luciano Acocella, ex allievo chigiano dalla brillante carriera internazionale.

L’Orchestra Giovanile Italiana, ideata da Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole e tenuta a battesimo da Riccardo Muti, ha contributo in maniera determinante alla vita musicale del Paese con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre di tutto il mondo. Insignita nel 2004 del Premio Abbiati della critica, è stata diretta da molti dei più prestigiosi artisti. L’attuale Direttore artistico è Alain Meunier.

Apprezzato dalla «Repubblica» per “il pianismo stilisticamente impeccabile e mimetico” (Angelo Foletto), Roberto Cominati ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale “Alfredo Casella” di Napoli nel 1991. Nel 1993 si è imposto all’attenzione della critica e delle maggiori sale da concerto internazionali grazie al primo premio al Concorso “Ferruccio Busoni” di Bolzano. Nel 1999 ha inoltre ottenuto il premio del pubblico “Jacques Stehman” della TV belga e dell’emittente francese TV5, nell’ambito del Concorso “Reine Elisabeth’’ di Bruxelles. Ha inciso per Emi, «Suonare News», Acousence e l’integrale per pianoforte di Ravel per «Amadeus».

Dopo aver completato gli studi al Conservatorio S. Cecilia e alla Royal Academy of Music di Copenhagen, Luciano Acocella si perfeziona all’Accademia Chigiana, all’Accademia Nazionale di S. Cecilia e alla Kondrashin Masterclass. Nel 1996 è premiato ai Concorsi Prokof’ev e Mitropoulos e ha iniziato a collaborare con Daniele Gatti. Ha diretto opere e concerti in Italia, Francia, Spagna, Germania, Russia, Giappone, Cina, USA, Corea, Olanda, Danimarca, Belgio, Svizzera. È stato Direttore musicale dell’Opera de Rouen e dal 2016 è docente associato del corso di Direzione d’orchestra dell’Accademia Chigiana. Ha registrato cd de I Capuleti e i Montecchi di Bellini, Adelaide di Borgogna e Demetrio e Polibio di Rossini.