18 gennaio 2019

BRENTANO STRING QUARTET

Mark Steinberg, Serena Canin violini
Misha Amory viola
Nina Lee violoncello

Haydn
Quartetto n. 32 in do magg. op. 20 n. 2 “Sonnenquartette”

Aucoin
Soft Power (2018)

Carter
Elegy

* * *

Mendelssohn
Quartetto n. 5 in mi bem. magg. op. 44 n. 3

Il 2019 si apre con questo straordinario concerto del Quartetto Brentano, una delle più celebri formazioni cameristiche del mondo. Il quartetto americano presenta un programma che vede accanto ad autori molto conosciuti come Haydn e Mendelssohn la presenza dello statunitense Matthew Aucoin, considerato uno dei più promettenti giovani talenti musicali e operistici di oggi.

Fondato nel 1992, il Brentano String Quartet prende il nome da Antonie Brentano, che alcuni studiosi considerano l‘Amata Immortale di Beethoven, destinataria di molte sue famose lettere d’amore. Il Quartetto si esibisce regolarmente negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone, collaborando con artisti quali Mitsuko Uchida, Jessye Norman, Joyce DiDonato e Richard Goode. Il suo repertorio spazia dal Rinascimento alla musica contemporanea, con trascrizioni di capolavori di autori quali Gesualdo da Venosa, Monteverdi, Purcell, Josquin des Prés e collaborazioni con compositori quali Carter e Kurtág. Dal 2014 è il nuovo Quartet-in-Residence della Yale School of Music, subentrando al Tokyo String Quartet.