17 maggio 2019

ORCHESTRA DELLA TOSCANA

EDGAR MOREAU

violoncello

DANIELE RUSTIONI

direttore

Bizet
Carmen Suite

Saint-Saëns
Concerto n. 1 in la min. op. 33

Sibelius
Sinfonia n. 2 in re magg. op. 43

Grande concerto di chiusura della Micat In Vertice, con il celebre violoncellista francese Edgar Moreau che interpreta il Concerto per violoncello e orchestra n. 1 di Saint-Saëns, uno dei capolavori assoluti del repertorio sinfonico. Attesissimo il ritorno dell’Orchestra della Toscana, diretta da Daniele Rustioni, stella internazionale formatosi ai corsi estivi dell’Accademia Chigiana. Il programma è completato dalla travolgente Carmen Suite di Bizet e dall’intensa Sinfonia n. 2 di Sibelius.

Fondata nel 1980, l’Orchestra della Toscana ha sede al Teatro Verdi di Firenze. È applaudita nelle più importanti sedi italiane e internazionali. Interprete duttile di un ampio repertorio che arriva fino ai compositori contemporanei, ha da sempre riservato ampio spazio alla ricerca musicale al di là delle barriere fra i diversi generi. Il festival “Play It! La musica fORTe dell’Italia” è il manifesto più eloquente dell’impegno dell’Orchestra verso la contemporaneità. Incide per Sony Classical, EMI, Ricordi, Agorà e VDM Records. Attualmente Giorgio Battistelli è direttore artistico e Daniele Rustioni direttore principale.

Edgar Moreau ha già collezionato una serie di risultati eccezionali, tra cui il Premio Giovane Solista al Concorso Rostropovič di Parigi nel 2009 e la collaborazione con illustri musicisti del calibro di Gergiev, Kremer, Schiff, Bashmet, Penderecki, Dudamel, Capuçon, Buniatishvili, Caussé e Talich Quartet. Parigino di nascita, a undici anni già si esibiva in concerto con le maggiori orchestre. Ha studiato al Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi ed ha partecipato a master tenuti da Lynn Harrell, Anner Bylsma, Miklós Perényi, Gary Hoffman e David Geringas.

Daniele Rustioni – già allievo dell’Accademia Chigiana – si è ormai imposto all’attenzione internazionale sia nel repertorio operistico sia in quello sinfonico. Direttore musicale dell’Opéra National de Lyon, dirige regolarmente nei migliori teatri internazionali.
Direttore principale dell’Orchestra della Toscana, svolge un’intensa attività come apprezzato interprete di un già vasto repertorio sinfonico. Oltre a tutte le maggiori orchestre sinfoniche italiane ha diretto, tra le altre, la Danish National Symphony Orchestra, l’Orchestra della Radio-Televisione di Dublino, la Bayerisches Staatsorchester, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Stoccarda e la BBC Symphony Orchestra. Nel 2013 ha ricevuto l’International Opera Award come migliore novità dell’anno.