CHIGIANA LOUNGE

L’area tematica del Chigiana International Festival and Summer Academy intitolata “Chigiana Lounge” è uno spazio di incontro e divulgazione a cura di Stefano Jacoviello.Si tratta di una serie di incontri con il pubblico e guide all’ascolto – tenute da musicologi, compositori e critici musicali – che pongono l’attenzione su alcuni dei concerti di spicco del cartellone chigiano.

Tutti i Chigiana Lounge vengono trasmessi in differita su Chigiana RadioArte

Il tema del Festival chigiano 2017, In Nomine Lucis, ci invita ad indagare le relazioni possibili fra la luce e il suono. Lo faremo come sempre con una serie di conversazioni informali, spesso giocose, insieme agli artisti e altri ospiti: critici, studiosi, personalità legate in qualche modo alla vita nella musica.
Per cominciare, ad un primo confronto luce e suono sembrano essere esattamente opposti: la prima, si può dire, “c’è o non c’è”, e quando c’è permette di vedere simultaneamente tutto ciò che cade sotto il suo effetto. Il suono, invece, si dispiega nel tempo. Attira verso la sua sorgente l’attenzione dell’ascoltatore, che all’udito ne misura la distanza.
Eppure, se guardiamo un quadro di Caravaggio, laddove luce e ombra si contendono il visibile, è facile notare che la luce attraversa lo spazio e lo articola in luoghi. Scorre lungo i gesti dei personaggi in scena e li lega l’uno all’altro, disegnando il filo del racconto dipinto.
Allo stesso modo, il suono attraversa il tempo, lo articola in momenti, e li intreccia in una tela immaginaria che si tesse intorno all’ascoltatore. Così, chi ascolta viene sospinto lungo il tempo musicale, esplorando lo spazio sonoro per scoprirvi una storia: quella della sua esperienza.
Dunque, luce e suono attraversano lo spazio e il tempo, e costruiscono le condizioni per poter interpretare ciò che si vede e ciò che si ascolta. Sono l’ingrediente fondamentale per narrare il viaggio e la trasformazione intima di chi si muove nello spazio e subisce lo scorrere del tempo.

Nella serie di appuntamenti al Santa Maria della Scala chiameremo i protagonisti dei concerti a parlare della loro idea del suono e della luce, e di come questo rapporto si riflette nelle musiche che suoneranno. Torneremo al ricordo luminoso di Riccardo Brengola. Riporteremo alla luce la musica e la genialità di Giovanni Salviucci. Proveremo a far luce con Enrico Fink sulla relazione fra musica e identità per popoli perennemente in fuga. Festeggeremo gli splendidi settant’anni di Salvatore Sciarrino, a cui il Festival quest’anno è dedicato. Con Michele Emmer invece parleremo di trasparenza e illuminazione fra matematica e creazione artistica, a partire dall’eleganza del pensiero di J.S. Bach.

Chigiana Lounge è il luogo di incontro sul confine fra il palco e la platea, fra gli artisti e il pubblico, per scambiare le impressioni sul senso della musica e del fare musica oggi, riaffermandone il valore. E per celebrare il piacere di vivere la musica insieme, ogni incontro terminerà con un brindisi. (Stefano Jacoviello)

Ascolto libero, ingresso gratuito.

14 luglio, Guido Salvetti e Nicola Sani
Riccardo Brengola. Il Novecento sulle corde di un violino.

16 luglio, Antonio Caggiano, Patrick Gallois, Tiina Osara e Stefano Jacoviello
Fra lo spazio e il tempo: luce, musica e pittura.

22 luglio, Salvatore Sciarrino e Stefano Jacoviello
La coscienza del tempo. Per i 70 anni di Salvatore Sciarrino.

24 luglio, Giovanna Marini, Giordano Montecchi e Nicola Sani
Giovanni Salviucci, il genio ritrovato

3 agosto, Emiliano Battistini e Stefano Jacoviello
L’intermittenza della luce: minimalismo, musica e cinema

5 agosto, Enrico Fink e Stefano Jacoviello
Sono quel che suono! Klezmer, Gipsy & Jazz

23 agosto, Michele Emmer e Stefano Jacoviello
La formula elegante: musica, matematica, illuminazioni

26 agosto, Stefano Battaglia e Stefano Jacoviello
La luce in fondo al suono: musica, improvvisazione, meditazione