VENERDI’ 2 AGOSTO NELLA CHIESA DI SANT’AGOSTINO “CHIGIANA MEETS SIENA JAZZ”

Chigiana International Festival & Summer Academy 2019

Out of Nature
Siena, 6 luglio – 31 agosto 2019

presenta

Chigiana meets Siena Jazz

Sulle note di Frank Zappa e Charles Mingus

Una coproduzione Accademia Musicale Chigiana, Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz e I.S.S.M. R. Franci
Attività del Polo Musicale Senese

Venerdì 2 agosto 2019, Chiesa di S. Agostino, ore 21.15
Prato S. Agostino, 2, Siena

Biglietti in vendita tutti i giorni dalle 10 -18 al ChigianArtCafé di Palazzo Chigi Saracini; il 2 agosto a partire dalle ore 19 fino a inizio concerto presso la Chiesa di S. Agostino e online al link: http://www.chigiana.it/acquista-i-biglietti-2/ (fino alle ore 12 del 2 agosto)
Prezzi – Posti numerati: Intero 18 euro / Ridotto 10 euro
Info: tel. + 39 0577 22091 – www.chigiana.it
Prenotazioni : 333.9385543
- – -
Chigiana Lounge: Zappamingus Orkestralis
Complesso museale Santa Maria della Scala, ore 18.30
Ingresso libero, segue aperitivo

Siena, 1 agosto 2019 – Il Chigiana International Festival 2019 presenta Chigiana meets Siena Jazz. Venerdì 2 agosto, alle ore 21.15 nella Chiesa di Sant’Agostino, si rinnova l’esclusivo appuntamento nato dalla felice collaborazione fra le tre istituzioni del Polo Musicale Senese: l’Accademia Musicale Chigiana, Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz e l’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci.

Le musiche di Frank Zappa e Charles Mingus sono il filo conduttore di un concerto che presenta una line up d’eccezione, con alcuni grandi protagonisti della musica classica e jazz, riuniti dalle tre istituzioni senesi: Antonio Caggiano (percussioni) David Krakauer (clarinetto), Giuseppe Ettorre (contrabbasso), Cinzia Conte (arpa), Giovanni Falzone (tromba e flicorno), Toni Cattano (trombone), Stefano Franceschini (sax baritono) e Maurizio Giammarco (sax tenore). Ad accompagnare questa inedita compagine di solisti saranno tre formazioni di giovani allievi: la Siena Jazz University Orchestra, il Chigiana Percussion Ensemble e l’Orchestra dei Conservatori della Toscana, quest’ultima nata dalla sinergia tra i Conservatori di Firenze, Livorno, Lucca e Siena, che vede come capofila per questo evento l’ISSM R. Franci. La direzione d’orchestra è affidata a Tonino Battista e Roberto Spadoni.

“Sono molti gli aspetti che accomunano Frank Zappa e Charles Mingus – spiega Stefano Jacoviello dell’Accademia Chigiana – artisti provocatori e ‘irregolari’ che si ergono come monumenti della musica americana della seconda metà del Novecento. Il rapporto complesso con le origini, italiane per il primo e afro-cino-pellerossa per il secondo, insieme al senso di urgenza per l’efficacia politica della propria musica, ne avvicinano i profili umani. Il polistrumentismo, la capacità di attraversare e riformulare i generi musicali, il gusto della sperimentazione con le arti visive, spingono a confrontare i loro percorsi artistici e a riconoscerne l’eredità nel mondo musicale odierno, dove le barriere fra classica, rock, jazz, avanguardia e musiche tradizionali sembrano definitivamente abbattute”.

Il Chigiana International Festival & Summer Academy 2019 è realizzato con il sostegno determinante della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Banca Monte dei Paschi di Siena, Lega del Chianti, Comune di Siena, Opera della Metropolitana e Arcidiocesi di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, Complesso Museale Santa Maria della Scala, Siena Parcheggi, Finanziaria Senese di Sviluppo, Ferrovie dello Stato, Rotary Club Siena Est e Rotary Club Siena. Inoltre, per alcuni specifici progetti, si ringraziano l’Università degli Studi e l’Università per Stranieri di Siena, Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz , l’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci, i Conservatori della Toscana, Inner Room Siena, i Comuni di Castellina in Chianti, Sovicille, Murlo e Colle Val d’Elsa, il Parco delle Sculture del Chianti, l’Associazione Culturale E20 Virtus di Poggibonsi, il Festival Quartetto d’Archi di Loro Ciuffenna, la Compagnia Corps Rompu, l’Associazione Amolamiaterra, l’Associazione Le Dimore del Quartetto, le residenze Campansi e Villa I Lecci. Si ringraziano in modo particolare Confindustria Toscana Sud, l’Associazione Nazionale Anziani Pensionati di Confartigianato e gli altri membri dell’Albo d’onore, oltre che tutti gli Amici della Chigiana, per il caloroso e generoso sostegno riservato all’Accademia.

Media partner del Chigiana International Festival 2019 sono Trenitalia, Classica HD, Amadeus, La Nazione QN, RadioSienaTV e SienaNews. Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con Radio 3 Rai e Radio Classica Rai che trasmetteranno alcuni dei più importanti concerti del Festival.

BIOGRAFIE

David Krakauer apprezzato sia come esecutore di musica klezmer sia come artista di primaria importanza nell’ambito della musica classica, otre che come leader del suo ensemble Ancestral Groove appare regolarmente come solista e artista ospite di orchestre ed ensemble internazionali. In tandem con la sua attività concertistica, si svolgono le sue attività didattiche. Membro di facoltà della Manhattan School of Music, del Mannes College of Music di New York City e del Bard Conservatory. Ha tenuto innumerevoli workshop e master classes; in particolare dirigendo uno dei prestigiosi workshops della Carnegie Hall e come Regents Lecturer alla UCLA. Insegna all’Accademia Chigiana dal 2016.

Giuseppe Ettorre, primo contrabbasso solista dal 1991 dell’Orchestra e della Filarmonica della Scala, svolge anche un’intensa attività cameristica e concertistica. Ha studiato con Leonello Godoli, e successivamente per cinque anni con Franco Petracchi a Cremona e a Siena, presso l’Accademia Chigiana. Vincitore del Concorso dell’ARD di Monaco di Baviera, è socio fondatore e Presidente dell’Ensemble Strumentale Scaligero, fa parte anche del gruppo I Cameristi della Scala e ha registrato per le etichette NBB Records e Decam-TDD/Edel. Ha suonato in quintetto anche con Bobby Mc Ferrin, e in trio con Stefano Bollani. Fra i concerti solistici e cameristici, ha suonato con molte orchestre e formazioni internazionali. È docente a Milano presso l’Accademia della Scala e la Scuola Musicale, a cui si aggiungono masterclass in Italia e nel mondo. Insegna all’Accademia Chigiana dal 2016.

Giovanni Falzone trombettista e compositore comincia lo studio della tromba appena diciassettenne, presso la scuola di musica della banda del paese di Aragona (AG). Dal 1996 al 2004 ha collaborato stabilmente con l’Orchestra Sinfonica di Milano suonando con musicisti quali: Giuseppe Sinopoli, Claudio Abbado, Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly, Yutaka Sado, Luciano Berio, Vladimir Jurowski, Valery Gergev.
Dal 2004 si è dedicato definitivamente alla musica jazz e alla composizione esibendosi nei più importanti festival internazionali. Vincitore di innumerevoli premi e riconoscimenti, è docente di strumento e musica d’insieme jazz presso il conservatorio “G. Verdi” di Milano dal 2005, al Conservatorio “G. Verdi” di Como dal 2008.Collabora con i corsi individuali di strumento e musica d’insieme della New York University (Europe), alternando l’attività solistica a quella compositiva.

Roberto Spadoni ha diretto in concerto molte orchestre jazz e di conservatorio italiane e collaborato con moltissimi musicisti. Ha realizzato alcuni importanti progetti commissionati da festival di jazz, pubblicato diversi CD da leader, come direttore d’orchestra e chitarrista con molte etichette. È stato premiato dai principali concorsi di composizione ed arrangiamento per Jazz Orchestra in Italia. Ha partecipato con propri progetti a numerosi festival jazz. È docente di composizione jazz presso il Conservatorio di Benevento e di composizione jazz e di musica d’insieme presso la Siena Jazz University: nella stessa istituzione dirige la Siena Jazz University Orchestra. Ha svolto inoltre attività didattica nei dipartimenti di jazz di molti altri conservatori. Ha pubblicato svariati libri e contributi musicologici e didattici.

La formazione e la pratica contestuale della direzione d’orchestra e della composizione conferiscono a Tonino Battista una particolare profondità di comprensione e interpretazione di partiture di tutte le epoche e la capacità di misurarsi alla pari con i nuovi linguaggi. Queste qualità di interprete senza confini lo definiscono tra i più versatili direttori della scena internazionale. Ha collaborato con i più grandi interpreti e compositori, tenendo a battesimo numerosissimi lavori. Karlheinz Stockhausen lo ha annoverato tra i suoi interpreti preferiti.

L’Orchestra Toscana dei Conservatori è nata nell’anno accademico 2014/2015 dalla preziosa sinergia che gli Istituti di Alta Formazione della Toscana, rappresentati dai Conservatori di Firenze, Livorno, Lucca e Siena. Un importante progetto che porta molti giovani musicisti a conoscersi attraverso l’esecuzione musicale ed il lavoro di squadra, portandoli a confrontarsi in modo costruttivo nell’ambito di un percorso che aspira ad allargare gli orizzonti formativi delle singole Istituzioni della Regione.
Il gruppo ha debuttato con una produzione dedicata ai compositori toscani Boccherini e Cherubini ed ha collaborato con l’Orchestra della Toscana e l’Accademia Chigiana fin dai suoi esordi.

L’organico della Siena Jazz University Orchestra comprende 25 elementi derivanti da una selezione dei migliori studenti iscritti ai corsi di diploma accademico di I livello. A dirigere le talentuose promesse del jazz il maestro Roberto Spadoni, (chitarrista, compositore, direttore di orchestra), una delle figure più attive e dinamiche del panorama nazionale nell’ambito della produzione e della divulgazione del jazz.
L’orchestra è nata con il primo anno dei Corsi SJU anno accademico 2012-2013: nel corso di questo periodo l’orchestra si è esibita su numerosi palchi con ospiti importanti del panorama jazz nazionale e internazionale, partecipando a progetti di ampio respiro artistico.

Costituito nel 2015 in occasione dell’istituzione del corso di perfezionamento in percussioni presso l’Accademia Chigiana di Siena affidato ad Antonio Caggiano, il Chigiana Percussion Ensemble nasce dalla volontà del direttore artistico Nicola Sani di favorire la crescita professionale e artistica dei giovani percussionisti partecipanti. Formato dai migliori allievi del corso, esegue opere importanti della letteratura per strumenti a percussione di autori quali Cage, Stockhausen, Scelsi, Battistelli e Reich. L’Ensemble è diretto da Antonio Caggiano.

PROGRAMMA

2 agosto, venerdì, Chiesa di Sant’Agostino, ore 21.15

TODAY

FRANK ZAPPA / CHARLES MINGUS
Chigiana meets Siena Jazz

SIENA JAZZ UNIVERSITY ORCHESTRA
ORCHESTRA DEI CONSERVATORI DELLA TOSCANA
CHIGIANA PERCUSSION ENSEMBLE

TONINO BATTISTA direttore
ROBERTO SPADONI direttore

Special Guests
DAVID KRAKAUER clarinetto
GIOVANNI FALZONE tromba
MAURIZIO GIANMARCO sassofono
ANTONIO CAGGIANO percussioni
GIUSEPPE ETTORRE contrabbasso
CINZIA CONTE arpa
STEFANO FRANCESCHINI sax baritono
TONI CATTANO trombone

In coproduzione con Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz e con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci”
Attività del Polo Musicale Senese

Frank Zappa
Baltimora 1940 – Los Angeles 1993
Moggio
Revised Music for a Low-budget Symphony Orchestra
The Beltway Bandits
Peaches en Regalia
Naval Aviation in Art?
Dog Breath variations / Uncle Meat
Night School

Charles Mingus
Nogales, Stati Uniti 1922 – Cuernavaca, Messico 1979
Opus III
Duke Ellington’s Sound of Love

Roberto Spadoni
Roma 1963
Ming 5
Ming 6

Charles Mingus
Self Portrait in Three Colors – Fables of Faubus
Goodbye Pork Pie Hat
O.P.

Nicoletta Tassan Solet
media relations
nicoletta.tassan@gmail.com
348 64 18 066
www.chigiana.it

Siena Jazz
Sonia Corsi
335 1979765
info@soniacorsi.it