MICAT IN VERTICE, IL PIANOS TRIO PER LA PRIMA VOLTA A SIENA

L’appuntamento è per sabato 16 gennaio alle 18 nel Teatro dei Rinnovati

Una inconsueta e attraente formazione di tre pianisti, costituita da Giorgia Tomassi, Alessandro Stella e Carlo Maria Griguoli, che si è formata nell’ambito del Progetto Martha Argerich

Per la prima volta a Siena, sabato 16 gennaio alle ore 18 nel Teatro Rinnovati (a Siena in Piazza del Campo) il Pianos Trio si esibirà nell’ambito della Micat In Vertice (dal motto della famiglia Chigi, “Brilla in cima”), la stagione concertistica invernale dell’Accademia Chigiana giunta quest’anno alla 93a edizione.
Una inconsueta e attraente formazione di tre pianisti, dunque, costituita da Giorgia Tomassi, Alessandro Stella e Carlo Maria Griguoli, che si è formata nell’ambito del Progetto Martha Argerich.

Il programma è interamente realizzato da trascrizioni per tre pianoforti di Carlo Maria Griguoli, con l’eccezione di Vaalbara di Boccadoro, espressamente scritto dal compositore per i tre artisti. Potremo udire così L’apprendista stregone di Dukas, La Mer di Debussy,
Quattro versioni originali della Ritirata notturna di Madrid di Luigi Boccherini, sovrapposte e trascritte per orchestra da Berio (unica esecuzione sperimentale, per gentile concessione di Universal Edition Wien e di Talia Pecker Berio), appunto Vaalbara di Boccadoro e L’uccello di fuoco di Stravinskij.

Alle ore 17.45 il concerto verrà introdotto da Nicola Sani.

Tre pianoforti a coda sul palco. Gli occhi che oscillano fra lo spartito e un cenno d’intesa nello sguardo dell’altro. È come se si tenessero per mano, come in un girotondo: Giorgia Tomassi, Carlo Maria Griguoli, Alessandro Stella. La grande Martha Argerich li volle intorno a sé nel 2010 al Lugano Festival, invitandoli ad affrontare un repertorio poco frequentato come quello per ensemble di pianoforti. E loro risposero con l’esecuzione della Suite da L’Uccello di Fuoco di Igor Stravinskij, nella versione del 1919, trascritta da Griguoli. Il successo e l’emozione di quell’esperienza li convinse a creare The Pianos Trio, con cui da allora si esibiscono in tutto il mondo. The Pianos Trio torna regolarmente a Lugano ogni anno, e il loro repertorio si accresce progressivamente con le trascrizioni di Griguoli e grazie a nuovi brani originali a loro dedicati.

I biglietti (primi posti intero 25 euro, primi posti ridotto 20 euro; ingresso intero 18 euro, ingressso ridotto 10 euro) possono essere acquistati venerdì 15 gennaio al botteghino di Palazzo Chigi Saracini dalle ore 16 alle ore 18.30 e da due ore prima dell’inizio del concerto presso la biglietteria del Teatro dei Rinnovati.

Per informazioni: www.chigiana.it.

LA DIREZIONE ARTISTICA
Tel. 0577.22091
Fax. 0577.220936
e-mail: stampa@chigiana.it