CANZONI SPAGNOLE CON RUTH ROSIQUE ALLA MICAT IN VERTICE

Venerdì 28 novembre alle ore 21 nel Salone dei concerti di Palazzo Chigi Saracini assieme al chitarrista Pablo Màrquez

Il soprano iberico, già acclamato nella scorsa Settimana Musicale Senese, proporrà pagine di Sor, Garcia Lorca, Granados, Rodrigo e de Falla

Dopo il grande successo ottenuto nella Settimana Musicale Senese della scorsa estate, venerdì 28 novembre alle ore 21 il soprano Ruth Rosique torna a Siena per un programma dedicato alle antiche canzoni spagnole. L’appuntamento, nell’ambito della 92a stagione concertistica invernale della Micat In Vertice organizzata dall’Accademia Musicale Chigiana, è a Siena nel Salone di Palazzo Chigi Saracini (a Siena in via di Città, 89).
Affiancata dal chitarrista Pablo Màrquez, la Rosique proporrà Seguidillas di Fernando Sor, arrangiamenti da temi popolari elaborati dal grande poeta Federico Garcia Lorca, Tonadillas en estilo antiguo di Enrique Granados e Siete Canciones Populares Españolas di Manuel de Falla. Màrquez eseguirà inoltre alcune pagine per chitarra sola: l’Andante Largo op. 5 n. 5 di Sor e Invocaciòn y danza di Rodrigo.

Soprano spagnolo, Ruth Rosique si distingue oltre che per la sua musicalità anche per la vastità e la varietà del repertorio. Dopo una breve esperienza di clarinettista e pianista, ha scoperto il canto a 15 anni e da allora ha approfondito i vari stili delle varie epoche: dal canto gregoriano alla musica contemporanea, dalle opere di Monteverdi a quelle di Britten o Henze, dai compositori dell’epoca barocca al bel canto, dai Lieder tedeschi alla Zarzuela. Applaudita interprete mozartiana, ha cantato i ruoli principali di Don Giovanni, Die Zauberflöte, Le Nozze di Figaro, Die Entführung aus dem Serail, La finta giardiniera, oltre a Elisir d’Amore, Don Pasquale. Nel suo repetorio figurano anche numerose opere di Rossini. Appassionata di musica barocca, ha cantato i ruoli principali in opere di Monteverdi, Galuppi, Gluck, Pergolesi, Haendel, Vivaldi.
La sua versatilità le ha dato la possibilità di interpretare anche ruoli in Werther di Massenet (Sophie), Roméo et Juliette di Gounod (Juliette), La Bohème di Puccini (Musetta), La Sonnambula di Bellini, Lakmé di Delibes, Falstaff di Verdi (Nanetta), Die Frau ohne Schatten di Richard Strauss, L’enfant et les sortilèges di Ravel, Orphée aux Enfers di Offenbach, The Rape of Lucretia di Britten, Der Kaiser von Atlantis di Ullman, Die sieben Todsünden di Weill, Moses und Aaron e Pierrot Lunaire di Schönberg, Elegy for Young Lovers di Henze. La Zarzuela riveste un ruolo importante nel repertorio di Ruth Rosique, che ne è un’interprete riconosciuta e ammirata ed è stata invitata ad interpretare più di una ventina di titoli. È stata invitata in molti dei più importanti teatri e sale del mondo e ha cantato sotto la direzione di maestri riconosciuti del panorama internazionale.
Nata a Barcellona, vive in Andalusia; ha studiato nei Conservatori di Cadice, Guadalajara, Valencia. Si è perfezionata con Victoria de Los Ángeles, Donald Sultzen, Emma Kirkby, Kamal Khan, Manuel Cid ed Elena Obraztsova. La sua discografia conta più di 20 incisioni pubblicati da EMI, Naïve, Enchiriadis, Odeon, Dynamic.

Pablo Márquez, esploratore di repertori audaci e a suo agio con le opere antiche e nella vasta letteratura del XX e del XXI secolo così come nella musica tradizionale argentina, è uno dei chitarristi più richiesti anche dai compositori contemporanei. Inizia a suonare la chitarra all’età di 10 anni. Si perfeziona con Jorge Martínez Zárate ed Eduardo Fernández; all’età di venti anni riceve i primi premi all’unanimità nei concorsi internazionali di Villa-Lobos a Rio de Janeiro e di Radio France a Parigi. I premi che conseguirà a Ginevra e Monaco confermano la sua levatura artistica. Ha studiato musica antica con Javier Hinojosa, direzione d’orchestra con Eric Sobzyck, Rodolfo Fischer e Peter Eötvös, e ha seguito l’insegnamento del pianista György Sebök. La sua carriera si realizza in più di 40 paesi ed è acclamato nelle sale più prestigiose, nei grandi festival e invitato da gruppi e orchestre. Ha lavorato con Luciano Berio, Mauricio Kagel e György Kurtág. Ha suonato in prima esecuzione mondiale composizioni di Moultaka, Essyad, Maresz, Mantovani, Lazkano, Ibarrondo, Pécou, Strasnoy, Torres Maldonado, Fiszbein, Kampela, Beytelmann, Tanada, Park, Dazzi, Naón e Ortega Miranda. Le sue registrazioni per ECM New Series, Kairos, Naïve e L’Empreinte Digitale hanno ricevuto numerosi riconoscimenti. Pablo Márquez è docente presso la Musik-Akademie di Basilea.

I biglietti saranno in vendita giovedì 27 novembre dalle ore 16 alle ore 18.30 e venerdì 28 novembre a partire dalle ore 20 presso il botteghino di Palazzo Chigi Saracini. Per informazioni è possibile rivolgersi all’Accademia Musicale Chigiana, tel. 0577 22091, www.chigiana.it.

La Direzione artistica
Tel. 0577 22091
Fax 0577 220936
e-mail stampa@chigiana.it