IL GRANDE LONQUICH ALL’ESTATE CHIGIANA, DOMENICA 27 LUGLIO A SANT’AGOSTINO

Programma dedicato a Chopin, Rihm, C.P.E. Bach, Skrjabin e Schumann

Dopo il concerto di apertura con il flautista Patrick Gallois, l’83ª Estate Musicale Chigiana prosegue domenica 27 luglio alle ore 21.15 nella Chiesa di Sant’Agostino a Siena, con l’atteso ritorno di Alexander Lonquich, figura di spicco del pianismo internazionale.
Da qualche anno docente ai corsi di perfezionamento estivi organizzati dall’Accademia Chigiana, Alexander Lonquich propone un programma estremamente vario, dedicato a Chopin, Rihm, C.P.E. Bach, Skrjabin e Schumann.
Di Chopin Lonquich propone l’Improvviso n. 2 in fa diesis maggiore op. 36 e lo Scherzo n. 4 in mi maggiore op. 54: due capolavori risalenti rispettivamente all’epoca giovanile e alla piena maturità dell’artista. Di Rihm propone invece Ländler, un brano scritto nel 1979. Lonquich esegue poi Carl Philipp Emanuel Bach, di cui ricorre quest’anno il terzo centenario della nascita, con un suo Rondò in la minore, tratto dalle tarde raccolte amburghesi. Skrjabin è l’autore della successiva Vers la Flamme op. 72, una delle sue ultimissime opere. In chiusura, lo Schumann dei Davidsbündlerstänze op. 6, esempio supremo di romanticismo in bilico tra equilibrio interiore e impeto passionale: ciò che in Schumann si riassume negli immaginari personaggi di Eusebio e Florestano.

Alexander Lonquich nasce a Treviri in Germania. Nel 1977 vince il primo premio al Concorso Casagrande dedicato a Schubert e da allora inizia una carriera internazionale che lo porta a tenere concerti in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei. La sua attività lo vede impegnato con direttori d’orchestra quali Abbado, Sanderling, Koopman, Krivine, Minkowski. Particolare in tal senso è stato il rapporto mantenuto con Sándor Végh e la Camerata Academica Salzburg, di cui è tuttora regolare ospite nella veste di direttore-solista.
Nell’ambito della musica da camera segna collaborazioni tra gli altri con Tabea Zimmermann, Joshua Bell, Isabelle Faust, Heinrich Schiff, Steven Isserlis, Isabelle von Keulen, Boris Pergamenschikov, Heinz Holliger, Maurice Bourge e Frank Peter Zimmermann. Con quest’ultimo Lonquich ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale, quali il Diapason d’Or, il Premio Abbiati e il Premio Edison in Olanda. Dal 2003 ha inoltre formato una collaborazione (pianoforte a quattro mani e due pianoforti) con Cristina Barbuti. Incide con l’etichetta discografica tedesca ECM.
In veste di direttore-solista, collabora stabilmente con l’Orchestra da Camera di Mantova con cui da anni sta svolgendo un lavoro sui concerti per pianoforte e orchestra di Mozart; con la Mahler Chamber Orchestra e con la Camerata Academica Salzburg.
Ai numerosi impegni concertistici Lonquich affianca un intenso lavoro in campo didattico ed è frequentemente invitato a tenere masterclass in Europa, Stati Uniti e Australia. Fondamentale, nel percorso degli ultimi anni, è stata l’indagine svolta sulla condizione dell’interprete nella contemporaneità. Alexander Lonquich è membro fondatore del Villon Ensemble, gruppo di ricerca scenica e musicale che affianca alle esecuzioni un’intensa attività di laboratori e incontri teatrali/musicali.
Dal 2011 è docente presso l’Accademia Musicale Chigiana.

L’Estate Musicale Chigiana è uno dei più longevi cartelloni del panorama internazionale. Da sempre si svolge in concomitanza con l’attività didattica costituita dai Corsi di perfezionamento, che vede presente a Siena un gran numero di musicisti fra docenti e allievi. Così l’Estate Musicale Chigiana è occasione di esibizione dei docenti in singoli recital, spesso insieme con alcuni allievi, attestando una prassi consolidata e caratteristica dell’Accademia Musicale Chigiana, sempre molto apprezzata dal pubblico che può assistere ad esecuzioni curate da gruppi inediti di musicisti.

I biglietti (intero 18 euro, ridotto 10 euro) possono essere acquistati il giorno del concerto al botteghino di Palazzo Chigi Saracini dalle ore 15.30 alle ore 18 e da due ore prima dell’inizio del concerto direttamente presso la Chiesa di Sant’Agostino.

Per ulteriori informazioni www.chigiana.it.

LA DIREZIONE ARTISTICA
Tel. 0577.22091
Fax. 0577.220936
e-mail: stampa@chigiana.it