I GRANDI MAESTRI CHIGIANI NELLE TERRE DI SIENA

Settima edizione per il cartellone “Maestri chigiani in Terra di Siena”, che dal 2 al 20 agosto proporrà concerti a Scansano, Pienza, Abbazia di Torri e San Gusmè.

Protagonisti degli appuntamenti saranno artisti internazionali come Boris Belkin,
Alessandro Carbonare, Lilya Zilberstein, Antonio Meneses, Salvatore Accardo, Franco Petracchi, docenti ai corsi estivi dell’Accademia Chigiana.

Un altro cartellone arricchisce la consistente offerta di concerti estivi dell’Accademia Chigiana. È la rassegna denominata “Maestri Chigiani in Terra di Siena”, giunta alla settima edizione. Il calendario propone come sempre una serie di concerti da tenersi in alcune fra le località della Toscana meridionale più celebrate dal punto di vista turistico. Si conferma in tal modo la vocazione dell’Accademia a valorizzare i luoghi più suggestivi integrando le arti e le bellezze naturali. Protagonisti saranno alcuni degli illustri docenti dei corsi dell’Accademia Chigiana.
Si parte il 2 agosto, con il violinista Boris Belkin insieme alla pianista Takashi Sato nel Teatro Castagnoli di Scansano (con il contributo del Festival Internazionale Morellino Classica). In programma capolavori di mozart, Schubert e Franck.
Il 4 agosto sarà la volta del trio composto da Alessandro Carbonare al clarinetto, Elisa Papandrea al violino e Monaldo Braconi al pianoforte nel Cortile di Palazzo Piccolomini a Pienza, in un concerto realizzato grazie al contributo del Comune di Pienza.
Con il contributo del Comune di Sovicille, invece, il 6 agosto l’eccezionale sodalizio artistico tra la pianista Lilya Zilberstein e il violoncellista Antonio Meneses, assieme ad un allievo chigiano della classe di violino sarà di scena nel delizioso chiostro dell’Abbazia di Torri (comune di Sovicille).
In chiusura, il 20 agosto Salvatore Accardo al violino e Franco Petracchi al contrabbasso insieme alla violinista Laura Gorna, al violista Francesco Fiore e alla violoncellista Cecilia Radic si esibiranno in pieno Chianti senese, nel paese di San Gusmè (con il contributo del Comune di Castelnuovo Berardenga), che quest’anno per la prima volta ospita la rassegna chigiana.