Mozart era un figo, Bach ancora di più

Giovedì 10 Novembre 2016 ore 18
Siena, Palazzo Chigi Saracini

Con Leonora Armellini

Che cos’è la musica classica?
«È un’avventura dello spirito, uno spiraglio verso altri mondi, un toccasana per la salute mentale e fisica; è una meravigliosa ginnastica per la mente, e all’occorrenza anche per il corpo, uno strumento formativo per tutte le età; una sonda per scendere in profondità dentro noi stessi; una strada per superare le differenze culturali e sociali; l’ingrediente supremo per stabilire un contatto tra persone che non si conoscono; la via maestra per il mondo della fantasia e dei sogni; forma di terapia e… fermiamoci qui, perché nessuno riuscirebbe a descrivere adeguatamente tutto ciò che è la musica classica. Il suo solo difetto è che tende a trasformarsi rapidamente in ‘droga’: dopo un po’ che l’avrete assaggiata non riuscirete più a staccarvene».

L’ospite
Leonora Armellini, nata a Padova nel 1992, si è diplomata in pianoforte col massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore all’età di soli 12 sotto la guida di Laura Palmieri. Ha poi proseguito il suo percorso di perfezionamento presso le più importanti istituzioni formative: Accademia Nazionale di S. Cecilia, Hochschule di Amburgo, Accademia Chopin, Accademia di Imola. Nel 2010 ha vinto il “Premio Janina Nawrocka” al Concorso Pianistico Internazionale “F. Chopin” di Varsavia.
Accompagnata da orchestre prestigiose, si esibisce in tutto il mondo eseguendo i concerti per pianoforte di Haydn, Mozart, Beethoven, Mendelssohn, Chopin, Robert e Clara Schumann, Liszt, Gershwin, Prokofiev, Tchaikowsky, Scriabin. Per le sue qualità artistiche, umane e per il suo impegno sociale ha ricevuto nel 2013 dalle mani di Zubin Mehta il premio “Galileo 2000 Pentagramma d’oro” per il “grande coraggio e talento musicale”. Appassionata anche del grande repertorio cameristico, Leonora suona in duo con il violinista Edoardo Zosi e ha collaborato fra gli altri con Jeffrey Swann, Mario Brunello, Giovanni Angeleri, Lucia Hall, Sonig Tchakerian, e il Trio Broz.

Il libro: Matteo Rampin, Leonora Armellini, Mozart era un figo, Bach ancora di più, Salani, Milano 2014