Note in Biblioteca 2019


Nuova edizione di Note in Biblioteca, la rassegna nata dalla collaborazione tra IUC e Biblioteche di Roma, a cui ora si unisce la prestigiosa Accademia Chigiana di Siena: dodici incontri musicali ad ingresso gratuito che si svolgeranno in tre biblioteche romane durante tutta la primavera

La IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti e Biblioteche di Roma presentano la quarta serie di Note in Biblioteca: dodici incontri musicali ad ingresso gratuito, che si svolgeranno dal 30 marzo al 21 giugno, il venerdì sera e il sabato mattina, nelle biblioteche “Villa Leopardi” (Quartiere Africano), “Ennio Flaiano” (zona Tufello/Vigne Nuove) e “Vaccheria Nardi” (zona Tiburtino/Colli Aniene). Grande novità di questa edizione è la collaborazione con l’Accademia Musicale Chigiana di Siena, i cui corsi di perfezionamento estivi sono tra i più prestigiosi a livello internazionale e richiamano giovani musicisti dal mondo intero. Come ricorda Paolo Fallai, Presidente di Biblioteche di Roma, «l’accordo con la IUC, una tra le maggiori associazioni concertistiche italiane, nasce dalla peculiarità delle due Istituzioni culturali e dalla corrispondenza di intenti volti alla diffusione e promozione della cultura musicale. La felice formula delle conferenze concerto, la varietà dell’offerta musicale dal vivo, dalla musica jazz alla classica, i luoghi non convenzionali con un forte radicamento territoriale, la presenza di giovani musicisti, sono stati ingredienti fondamentali alla buona riuscita dell’iniziativa». «Ascoltare musica circondati da libri, si può immaginare situazione più stimolante?», afferma Giovanni D’Alò, Direttore artistico della IUC. «Credo sia questo il segreto del successo di una rassegna che porta la musica anche in zone di Roma dove occasioni del genere sono più rare. La collaborazione con l’Accademia Chigiana, da cui provengono quasi tutti i giovani coinvolti in questa edizione, è una garanzia di assoluta qualità e al tempo stesso dà coerenza a una rassegna che ci auguriamo sia un trampolino di lancio per questi ragazzi di talento». L’Accademia Chigiana dalla sua fondazione nel 1932 fino ad oggi ha formato innumerevoli giovani musicisti, come Claudio Abbado, Zubin Mehta, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Daniel Barenboim e, tra i più giovani, Daniele Rustioni, Sol Gabetta, Anna Tifu, Francesca Dego. Tra le ultime leve di allievi della Chigiana ne sono stati scelti ventuno, che suoneranno sia come solisti che in varie formazioni cameristiche nei vari appuntamenti di Note in Biblioteca: il Chigiana Percussion Ensemble, la chitarrista Aurora Orsini, la pianista Sofia Adinolfi, il chitarrista Federico Fiore, il pianista Simone Pelosi, il violinista Ivos Margoni (che suonerà insieme alla pianista Giulia Loperfido), il Quartetto Henao, il duo violino-pianoforte formato da Damiano Barreto e Akané Makita, il pianista Antonino Fiumara.
Un ringraziamento speciale per aver formato allievi così bravi va ai loro maestri chigiani Salvatore Accardo (violino), Stefano Battaglia (jazz e improvvisazione), Antonio Caggiano (percussioni), Eliot Fisk e Oscar Ghiglia (chitarra), Günter Pichler (quartetto), Lilya Zilberstein (pianoforte). Dunque, come afferma Nicola Sani, Direttore artistico della prestigiosa istituzione senese, «Note in Biblioteca sostiene l’avvio alla carriera di giovani interpreti, tra cui gli allievi dei corsi di alto perfezionamento dell’Accademia Chigiana. Sono giovani che diventeranno protagonisti della scena musicale del prossimo futuro e che presentano proposte che spaziano dal grande repertorio classico fino al Novecento storico e alla contemporaneità, a testimonianza dell’ampio spettro dei programmi formativi. L’Accademia è oggi protagonista assoluta di una nuova fase di apertura a tutte le componenti della vita musicale nazionale e internazionale, con una formula unica nel suo genere che ha saputo farne uno straordinario laboratorio dove formazione e spettacolo sono diventate una sintesi unica». Ai giovani usciti dai corsi della Chigiana si alterneranno interpreti altrettanto giovani e bravi, che non provengono però dall’accademia senese: il fisarmonicista Samuele Telari (Premio Abbado 2015), la pianista Silvia D’Augello e il Quartetto Eos (Premio Abbiati 2018 come miglior gruppo giovanile assegnato dall’associazione dei critici musicali italiani). Vastissimo è l’ambito delle musiche proposte, dal barocco all’età contemporanea, senza escludere il jazz. Sono presenti i classici (Frescobaldi, Bach, Scarlatti, Mozart, Schubert, Chopin, Liszt, Brahms, Rachmaninov), i grandi del Novecento (Ravel, Stravinskij, Prokof’ev, Šostakovic) e alcuni compositori del secondo Novecento e contemporanei rappresentativi delle nuove tendenze musicali (Cage, Xenakis, Reich, Gubaidulina, Pärt). I dodici incontri musicali avranno due diverse tipologie. In nove appuntamenti l’esecuzione delle musiche in programma sarà preceduta da guide all’ascolto affidate ai laureandi del corso magistrale in Musicologia della Sapienza: Matteo Macinanti, Emina Smailbegovic, Davide Leo, Marco Surace, Alessandro Lemmo, Marica Coppola, Valentin Calicchia e Francesca Piccone, coordinati dal Prof. Antonio Rostagno. Tre invece sono conferenze-concerto a cura di Giovanni D’Alò, in cui il discorso musicale si allargherà anche alla letteratura e al cinema: Improvvisamente. Tra classica e jazz sull’incontro tra questi linguaggi all’inizio del secolo scorso; John Cage, Chopin e Alberto Sordi: qual è l’intruso? che toccherà alcuni aspetti della musica contemporanea e delle difficoltà di fruizione di un certo repertorio partendo dal divertente episodio sordiano “Le vacanze intelligenti”; mentre l’ultima, Il rumore del tempo, prende spunto dall’omonimo romanzo di Julian Barnes per inquadrare la figura di Dmitrij Šostakovic e si concluderà con l’esecuzione del suo Quartetto n. 8. Note in Biblioteca ha il supporto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di Regione Lazio ed è realizzato in collaborazione con il corso di laurea magistrale di Musicologia della Sapienza Università di Roma.

Calendario degli eventi

sabato 30 marzo 2019 ore 11.30
Biblioteca Vaccheria Nardi
Chigiana Percussion Ensemble
(Alessio Cavaliere – Berardo Di Mattia – Filippo Sinibaldi – Jinsun You – Jamil Zidan – Carlo Capuano)

venerdì 12 aprile 2019 ore 20.30
Biblioteca Villa Leopardi
Aurora Orsini chitarra
J.S. Bach Suite in sol minore per liuto BWV 995
Sor Fantasia e variazioni brillanti op. 30
Brouwer El Decameron Negro

venerdì 10 maggio 2019 ore 20
Biblioteca Ennio Flaiano
Federico Fiore chitarra
Frescobaldi Aria detta la Frescobalda
J.S. Bach Suite n. 2 in re minore per violoncello solo BWV 1008
Scarlatti Sonate K 14, K 15, K 213, K 492
Barrios Vals n. 3; Un sueño en la Floresta
Albéniz Sevilla

venerdì 17 maggio 2019 ore 20.30
Biblioteca Villa Leopardi
Prendi Nota: Conferenze concerto a cura di Giovanni D’Alò
Simone Pelosi pianoforte
Improvvisamente. Tra classica e Jazz

sabato 1 giugno 2019 ore 11.30
Biblioteca Vaccheria Nardi
Sofia Adinolfi pianoforte
Skrjabin Sonata n. 2 in sol diesis minore op. 19 “Sonate-fantaisie”
Rachmaninov Variazioni su un tema di Corelli op. 42
Prokof’ev Sonata n. 2 in re minore op. 14

venerdì 7 giugno 2019 ore 20.30
Biblioteca Villa Leopardi
Ivos Margoni violino
Giulia Loperfido pianoforte
Franck Sonata in la maggiore
Prokof’ev Sonata n. 2 in re maggiore op. 94bis
Ravel Tzigane

venerdì 14 giugno 2019 ore 20.30
Biblioteca Ennio Flaiano
Quartetto Henao
(William Chiquito violino SoYeon Kim violino Stefano Trevisan viola Giacomo Menna violoncello)
Schubert Quartettsatz in do minore D. 703
Stravinskij Tre pezzi per quartetto d’archi
Mozart Quartetto n. 14 in sol maggiore K 387

sabato15 giugno 2019 ore 11.30
Biblioteca Vaccheria Nardi
Damiano Barreto violino
Pianista da comunicare
Brahms Sonata per violino e pianoforte in sol maggiore op. 78
Wieniawski Tema originale con variazioni op. 15
Pärt Fratres (1980)

venerdì 21 giugno 2019 ore 20.30
Biblioteca Villa Leopardi
Antonio Fiumara pianoforte
Liszt Valse de Faust dall’opera di Gounod S. 407
Grunfeld Soirée de Vienne. Concerto parafrasi sui motivi dei Valzer di J. Strauss op. 56
Ravel La Valse
Prokof’ev Sonata n. 6 in la maggiore op. 82

Completano la rassegna altri 3 concerti di artisti che non appartengono all’Accademia Chigiana.

Rassegna completa degli eventi