SALVATORE SCIARRINO

Salvatore Sciarrino si vanta di essere nato libero e non in una scuola di musica. Ha cominciato a comporre dodicenne, da autodidatta; primo concerto pubblico, 1962. Ha pubblicato con Ricordi dal 1969 al 2004; dall’anno seguente l’esclusiva delle opere di Sciarrino è passata a Rai Trade. Vastissima la sua discografia, che conta circa 100 cd, più volte segnalati e premiati. Oltre che della maggior parte dei libretti delle proprie opere teatrali, Sciarrino è autore di una ricca produzione di articoli, saggi e testi di vario genere; alcuni sono stati scelti e raccolti in Carte da suono (Cidim – Novecento, 2001). Di rilievo il suo libro interdisciplinare sulla forma musicale: Le figure della musica, da Beethoven a oggi (Ricordi, 1998). Ha insegnato in conservatorio a Milano (1974-1983), a Perugia (1983-1987) e a Firenze (1987-1996). Parallelamente Sciarrino ha tenuto corsi di perfezionamento e masterclass; da segnalare quelli di Città di Castello dal 1979 al 2000. Fra il 1978 e il 1980 è stato direttore artistico del Teatro Comunale di Bologna. Accademico di Santa Cecilia (Roma), Accademico delle Belle Arti della Baviera e Accademico delle Arti (Berlino), nel 2007 ha ricevuto dall’Università di Palermo la Laurea “ad honorem” in Musicologia. Ha vinto numerosi premi. Tra gli ultimi: Prince Pierre de Monaco (2003), il prestigioso Premio Internazionale Feltrinelli (2003), il Musikpreis Salzburg (2006) e infine a Madrid gli è stato attribuito il 2011 BBVA Foundation Frontiers of knowledge Award.
Tiene dal 2013 il corso di composizione presso l’Accademia Chigiana, dove ha già insegnato nel 1983 e nel 2002.

Composizione