Biblioteca

L’Accademia Musicale Chigiana possiede una cospicua biblioteca, la cui consistenza è valutabile intorno ai 75.000 volumi.

Accedi al catalogo

Numerosissimi sono gli esemplari antichi di notevole pregio. Si contano ad esempio edizioni cinque-seicentesche di opere di autori quali Palestrina, de Victoria, Frescobaldi, Arcadelt, Marenzio, Asola, Diruta, Gastoldi. Molti fondi sono costituiti da manoscritti che vanno dal Rinascimento al Novecento. Vi sono conservati anche autografi di grandi compositori, compresi autori dei nostri giorni come Respighi, Bossi eccetera, ma anche testi non strettamente musicali, quale il libretto di Norma autografo di Felice Romani.

La Biblioteca è suddivisa nelle seguenti sezioni:

Biblioteca Musicale (circa 30.000 volumi), composta di spartiti, partiture e parti per l’esecuzione di brani sinfonici, da camera e solistici, autografi, manoscritti, libretti d’opera, oltre a volumi musicologici;

Biblioteca Letteraria (circa 20.000 volumi), composta di volumi a stampa e manoscritti appartenuti alle famiglie Chigi e Saracini (con incunaboli, cinquecentine, rari, ecc.);

Donazione “Gigliucci” (circa 5.000 volumi), composta di spartiti musicali appartenuti alla celebre cantante Clara Novello vissuta nel secolo XIX;

Donazione “Franco Capuana” (circa 7.000 volumi) composta di spartiti, partiture e libri vari appartenuti al direttore d’orchestra Franco Capuana;

Donazione “Adelmo Damerini” (circa 6.000 volumi) composta di libri, riviste, spartiti, manoscritti e documenti vari, appartenuti al M° Adelmo Damerini, membro del Comitato artistico dell’Accademia Chigiana negli anni ’50 del Novecento;

Donazione “Stelio Maroli” (circa 4.000 volumi) composta di partiture e spartiti musicali, appartenuti al M° Stelio Maroli, già collaboratore pianistico dell’Accademia Chigiana;

Biblioteca personale del conte Guido Chigi Saracini (circa 3.000 volumi), composta di volumi moderni di letteratura, arte, storia, ecc.;

Periodici (circa 100 titoli fra antichi e moderni);

Microfilm, epistolari, archivi storici, ecc. appartenuti alle famiglie Chigi e Saracini fra cui spicca l’imponente epistolario (circa 65.000 lettere) del fondatore dell’Accademia Chigiana Conte Guido Chigi Saracini;

Dischi 78 e 33 giri, Cd, nastri magnetici in bobine e cassette contenenti registrazioni di concerti dell’Accademia Chigiana (oltre 3.500 brani).

La biblioteca è stata a suo tempo catalogata ed aggiornata con il sistema “Staderini” su schede cartacee personalizzate.

Esiste oggi anche una schedatura informatica. Il lavoro è tuttora in atto e ha come fine quello di completare l’informatizzazione di tutta la Biblioteca.