WILLIAM MATTEUZZI

Tenore bolognese, grazie al fortunato incontro con Rodolfo Celletti – che diventerà il suo insegnante di riferimento – sviluppa quelle qualità tecniche che lo porteranno ad essere una delle colonne portanti della “belcanto renaissance” maschile mondiale. Dopo alcuni anni di attività concertistica, nel 1979 debutta a Milano con Manon di Massenet nel ruolo di “Des Grieux”. Da quel momento in poi debutterà in oltre cento ruoli che attraversano un lasso di tempo stilistico molto vasto: da Monteverdi a R. Strauss, Stravinskij, Nino Rota, etc. passando per circa ventidue ruoli rossiniani e che lo porteranno a viaggiare in tutta Europa, Nord e Sud America e Asia.
La sua discografia operistica è alquanto vasta. Ha inciso inoltre diversi recital d’arie d’opera, da camera e antiche.
Anche l’attività concertistica è molto densa, con moltissimi recital tenuti in Italia, Giappone, Francia, etc.
Negli anni più recenti si è dedicato all’insegnamento con molte master class tenute in Italia, Germania, Olanda, Danimarca e Giappone, dove collabora con alcune delle più prestigiose Accademie e Università musicali.

Canto